seminari2016_Leoni


    RELATORI: Serena Leoni
    TITOLO: L’accesso al diritto alla salute come base di una reale società inclusiva

    DOVE: Aula F, Polo Fibonacci
    QUANDO: lunedì, 16 maggio, ore 16:00

    ABSTRACT: In considerazione dell’elevato numero di migranti forzati giunti in Italia nel corso degli anni 2014 (circa 170.000) e 2015 (circa 140.000 nei primi 10 mesi), del nuovo fenomeno del “transito” dei migranti diretti verso altri Paesi europei (circa 30.000 a Roma da giugno a settembre 2015) e dell’alta percentuale delle persone che hanno subito torture o trattamenti inumani e degradanti nei paesi di origine o di transito, in particolare in Libia (circa il 90% dei pazienti visitati da MEDU a Roma e in Sicilia nel 2014-2015), MEDU per i suoi interventi ha privilegiato negli ultimi due anni gli insediamenti precari – baraccopoli, edifici occupati, centri di accoglienza informali – caratterizzati da un’ingente presenza di migranti in transito, per la quasi totalità provenienti dall’Eritrea, in considerazione della loro estrema vulnerabilità e delle difficoltà di accesso alle cure. Inoltre MEDU ha focalizzato parte del suo intervento verso le persone sopravvissute e a traumi estremi quali la tortura e la violenza intenzionale.

    RELATORI: Serena Leoni è Coordinatrice della sede di Firenze di “Medici per i Diritti Umani” (MEDU), ed è responsabile per Fratelli dell’Uomo dei settori “Vita associativa e Social networks”. Nel 2005 ha svolto il servizio civile presso il CISP. MEDU è una organizzazione umanitaria e di solidarietà internazionale, senza fini di lucro, indipendente da affiliazioni politiche, sindacali, religiose ed etniche. Fondata a Roma nel 2004, nasce per iniziativa di un gruppo di medici, ostetriche ed altri volontari provenienti da un’esperienza associativa e umanitaria con il movimento internazionale di Médecins du Monde. MEDU è oggi presente, con gruppi associativi e aderenti, a Roma, Firenze, Brindisi, Torino, Cagliari, Venezia e Trieste.