Controllo degli armamenti e disarmo - Programma del corso


    Scarica il programma del corso Scarica
    INFORMAZIONI SUL CORSO
    Corso opzionale
    CFU: 3
    N° ore: 21
    Frequenza: consigliata
    Pagina web del corso: https://elearning-pace.ec.unipi.it/claroline/course/index.php?cid=645II
    Attivo nell’A.A. 2013-2014
    DOCENTE
    Docente: Silvia Pizzanelli   (Visualizza dettagli docente)
    Dipartimento: Istituto di Chimica dei Composti Organometallici , CNR, Area della Ricerca di Pisa
    mail: silvia.pizzanelli@pi.iccom.cnr.it
    Obiettivi formativi del corso

    contribuire a far acquisire conoscenze, anche di tipo tecnico-scientifico, che permettano di fare analisi critiche dei fatti passati e di formulare ipotesi attendibili sui possibili sviluppi dei processi di proliferazione nucleare, chimica e biologica, sistemi d’arma, strategie, attività negoziali e trattative per il disarmo.

    Programma dettagliato del corso

    • Il Progetto Manhattan. Il caso Rotblat. Hiroshima e Nagasaki.
    • Il dibattito sulla superbomba negli USA. Il Manifesto di Russell-Einstein. Le Conferenze Pugwash.
    • La proliferazione verticale delle armi nucleari (USA, URSS, UK, Francia, Cina). Le esplosioni nucleari sperimentali e i trattati per la loro limitazione.
    • Il Trattato di Non Proliferazione. Nuovi Stati nucleari: Israele, India, Pakistan, Corea del Nord.
    • Le armi chimiche: classificazione e meccanismo d’azione. La Convenzione sulle armi chimiche.
    • Le armi biologiche. La Convenzione sulle armi biologiche.
    • Il disarmo: il disarmo nel Patto della Società delle Nazioni e nella Carta delle Nazioni Unite, la Conferenza del Disarmo, le caratteristiche degli accordi di disarmo, contenuto dei principali accordi di disarmo, il Consiglio di Sicurezza nel campo del disarmo, trasferimenti di armi (disciplina internazionale, UE, Italia).
    • Lo sviluppo della missilistica. I sistemi di difesa da missili balistici: implicazioni strategiche e politiche scientifico-tecnologiche, l’Iniziativa di Difesa Strategica (SDI) del 1983, la Difesa Nazionale da Missili Balistici (NMD) e i sistemi di difesa antimissile basati in Europa (GMD) dell’amministrazione Bush e Obama.
    • Nuovi orientamenti nello scenario internazionale per un Mondo Libero da Armi Nucleari (NWFW). Il Trattato New-START.
    Prova di verifica dell’apprendimento

    Verifica orale

    Metodologia didattica che si intende utilizzare

    lezione frontale e discussioni collettive

    Argomenti da conoscere per poter frequentare efficacemente il corso ed eventuali propedeuticità

    nessun argomento da conoscere e nessuna propedeuticità.

    Bibliografia

    Testi di esame:
    1) L’ABC del terrore, a cura di Giampiero Giacomello e Alessandro Pascolini, Vita e Pensiero, Milano, 2012 (tratteremo: Introduzione e Parte Prima (pp. 15-109) e capitolo di Pascolini della Parte Seconda (pp. 185-206)).
    2) Diritto Internazionale dei conflitti armati, N. Ronzitti, G. Giappichelli Editore, Torino, 2011 (tratteremo la Parte V: pp. 355-387).

    Eventuali testi di consultazione:
    1) Deadly arsenals: nuclear, biological, and chemical threats, J. Cirincione, J. B. Wolfsthal, Miriam Rajkumar, Carnegie Endowment for international peace, Washington D. C., 2005 (consulteremo questo libro principalmente per leggere tabelle e figure).
    2) Materiale scaricabile dalla rete.