Progettazione valutazione e gestione - Programma del corso


    Il modulo è composto da due sotto-moduli
    – Aspetti metodologici ed operativi del ciclo dei progetti: progettazione e valutazione
    – Progettazione, Gestione e Valutazione

    Scarica il programma del corso Scarica
    INFORMAZIONI SUL CORSO
    Modulo dell’insegnamento: Il ciclo del progetto
    CFU: 6
    Attivo nell’A.A. 2013-2014
    DOCENTE
    Docente: Massimo Rossi   (Visualizza dettagli docente)
    Dipartimento: Giurisprudenza
    mail: massimo1949(_)gmail.com
    Docente: Maria Donata Rinaldi   (Visualizza dettagli docente)
    Dipartimento: Giurisprudenza
    mail: rinaldi(_)cospe-fi.it
    Modulo di Aspetti metodologici ed operativi del ciclo dei progetti: progettazione e valutazione

    Obiettivi formativi del corso

    L’obiettivo del corso è quello di trasmettere conoscenze ed abilità trans-disciplinari utili per realizzare in modo efficace processi di progettazione e di valutazione. Tre dimensioni verranno sviluppate: l’ottica-obiettivo, legata all’Approccio del Quadro Logico (AQL), l’ottica-processo, attenta all’apprendimento dall’esperienza e alla flessibilità, l’orientamento all’ equità e alla sostenibilità.

    Programma dettagliato del corso

    1. Il progetto
    – Dimensioni del progetto e scelte di sviluppo.
    – Apprendere dall’esperienza e dalle valutazioni.
    – Il progetto come unità di riferimento analitica e operativa.
    – La valutazione come bene pubblico
    – Natura, tipologie, elementi di un progetto.
    – La Gestione del Ciclo del Progetto/Gestione del Ciclo dello sviluppo.
    2. La progettazione
    – Partecipazione dei beneficiari e orientamento all’equità.
    – La raccolta dell’informazione. Tipologia delle tecniche.
    – Elementi dell’Approccio del Quadro Logico (AQL)/Results Based Management (RBM)/Managing for Development Results (MfDR).
    – Identificazione dei portatori di interesse e costruzione dell’albero dei problemi.
    – Identificazione dell’obiettivo specifico e costruzione della Logica dell’intervento/Catena dei risultati.
    – La Matrice del Quadro Logico/Matrice dei risultati.
    – Evoluzione dell’RBM/MfDR a livello internazionale e nazionale.
    – I fattori di sostenibilità/altri aspetti orizzontali.
    – Formati di presentazione di progetti di diversi organismi.
    – Criteri di eligibilità.
    3. La valutazione
    – La valutazione nel ciclo dello sviluppo
    – Partecipazione di beneficiari e orientamento all’equità
    – Affinità e differenze tra valutazione, audit, monitoraggio esterno
    – Funzioni e tipologie di valutazione
    – Le fasi della valutazione
    – I criteri standard di valutazione
    – Le domande valutative
    – Tipologie delle tecniche di valutazione
    – I fattori di flessibilità e il ri-orientamento.
    – Armonizzare l’ottica-obiettivo e l’ottica-processo per progettare e per valutare.

    Prove di verifica dell’apprendimento

    L’esame finale si baserà su domande orali riguardanti il programma. La valutazione si baserà sulla verifica della conoscenza approfondita dei testi di esame indicati nella bibliografia.

    Metodologia didattica che si intende utilizzare

    Le lezioni frontali saranno accompagnate da sessioni di domande/risposte del docente; esercitazioni in plenaria, gruppi di lavoro.
    La parti teoriche e metodologiche durante le lezioni frontali si articoleranno con la presentazione di esperienze di progettazione e di valutazione italiane e internazionali.

    Argomenti da conoscere per poter frequentare efficacemente il corso ed eventuali propedeuticità

    Sociologia generale, sociologia dello sviluppo, economia dello sviluppo, nozioni sulle funzioni degli organismi internazionali e della Commissione Europea.

    Bibliografia

    Testi di esame

    1. Dispense del docente

    2. European Commission-EuropeAid Co-operation Office, March2004, Guidelines on Aid Delivery Methods, Volume 1: Project Cycle Management, Brussels. (capitolo 4). (on-line)
    3. European Commission-EuropeAid, GFA-IDOM, Updated version, April 2012, Handbook for Results-oriented Monitoring of EC External Assistance (projects and programmes) , Brussels. (sezione Background Conclusion Sheet).(on-line)
    4. OECD DAC, June 2010. Network on development Evaluation, Summary of key norms and standards.(on-line)
    5. Rossi M., 2007, I progetti di sviluppo-Metodologie ed esperienze di progettazione partecipativa per obiettivi (presentazione di Roberto Carpano), seconda edizione con post-fazione dell’autore, FrancoAngeli, Milano.
    6. Rossi M., 2010, La sostenibilità come criterio di valutazione nella Cooperazione allo sviluppo della Commissione Europea, “Energia, Ambiente, Innovazione”, 5/2010. (on-line)

    7. Rossi M., 2011, L’Approccio del Quadro Logico per la progettazione partecipativa, in L. Santini (a cura di), Partecipazione nei processi decisionali e di governo del territorio, Plus Edizioni, Pisa. (on-line)

    Testi consigliati

    • Boutinet J.P., 2003, Anthropologie du projet, Presses Universitaires de France, Paris.
    • Cracknell B.E, 2000, Evaluating Development Aid-Issues, Problems and Solutions, SAGE, London.
    • IFAD, April 2009, Evaluation manual, Methodology and processes., Rome. (on-line)
    • Stame N., 2007. I classici della valutazione, FrancoAngeli, Milano .
    • UNICEF, 2012,Evaluation for equitable development results.New York.(on-line)

     
     

    Modulo di Progettazione, Gestione e Valutazione

    Obiettivi formativi del corso

    1) Fornire le conoscenze complementari al metodo di “progettazione con il quadro logico”, per definire e ottenere l’approvazione dei progetti di cooperazione internazionale;

    2) Fornire strumenti minimi essenziali per capire, identificare, organizzare, gestire e concludere un progetto di sviluppo tipico della cooperazione internazionale non governativa.

    Programma dettagliato del corso

    1) Il ciclo del progetto: dalla ideazione alla formulazione del documento di progetto
    Le fasi della definizione di un progetto: idea, contesto, identificazione del partenariato
    Studio di fattibilità e processi partecipativi
    Progetti consortili e programmi, diverse tipologie di progetto

    2) Dalla progettazione secondo il quadro logico alla costruzione del budget del progetto
    Il piano finanziario: analisi dei costi, preventivi, cofinanziamenti e valorizzazioni
    La costruzione del budget e la compilazione dei formulari proposti dai finanziatori
    Nozioni sul cronogramma come strumento di programmazione e gestione temporale

    3) La finanziabilità del progetto
    Principali finanziatori e linee di finanziamento
    L’editing del documento, i formulari de la loro utilità
    La sostenibilità e la valenza su questioni sensibili: genere, ambiente, diritti umani…
    La visibilità del progetto: rispetto ai finanziatori, partner, beneficiari, al pubblico europeo
    Il fund raising

    4) La gestione del progetto:
    La fase di contrattazione con il finanziatore, ottenere i finanziamenti.
    La fase di avvio: la selezione e contrattazione delle risorse umane, acquisti di beni e servizi
    Il project management: organizzazione delle risorse per realizzare gli obiettivi

    5) La valutazione del progetto: andamento e risultati, imparare dagli errori
    Monitoraggio e valutazione ex ante, in itinere, finale ed ex post
    Approccio partecipativo: partenariato e rapporti con i beneficiari
    La documentazione del lavoro svolto: rapporti narrarivi e finanziari
    Informare, comunicare, rendere conto

    Prove di verifica dell’apprendimento

    Il livello di apprendimento dell’allievo sarà verificato alla fine del corso mediante un esame che consisterà in un colloquio orale con domande sui vari argomenti affrontati.

    Metodologia didattica che si intende utilizzare

    Lezioni frontali per comunicare conoscenze nuove per gli allievi, facilitate dall’uso di mezzi informatici e attività di esercitazione pratica ed interattiva, integrate da un dialogo costante con gli allievi.

    Argomenti da conoscere per poter frequentare efficacemente il corso ed eventuali propedeuticità

    Il corso prevede che l’allievo abbia conseguito il diploma di laurea triennale in Scienze per la Pace o affini.

    Bibliografia

    Disponibile in rete
    – Malavolti Giancarlo, Finanziabilità e Gestione, (COSPE, 2009)
    – Malavolti Giancarlo – Budget, controllo di gestione e rendiconto del progetto di cooperazione internazionale – (COCIS-COSPE-MAE, 2009)
    – Catalano Maurizio, Il Bilancio Sociale (COSPE, 2011)
    – Testi delle presentazioni e delle esercitazioni disponibili in rete