È attiva Agenda Didattica, l’applicazione per l’iscrizione e la prenotazione dei posti per la didattica in presenza

Dal 2 settembre 2021 è attiva l’applicazione Agenda Didattica, sviluppata dall’Università di Pisa per la selezione degli insegnamenti che si intendono frequentare nel primo semestre.

Tutti gli studenti sono invitati a effettuare la selezione al più tardi entro il mercoledì precedente alla settimana di inizio delle lezioni di ciascun insegnamento. Successivamente verrà attivata la funzionalità che consente di prenotare con cadenza bisettimanale la propria partecipazione “in presenza” a ciascuna lezione.

Come funziona Agenda Didattica

Gli studenti che si sono registrati su Alice e hanno attivato le credenziali di ateneo (non serve aver completato l’immatricolazione) possono accedere alla app, chiamata “Agenda Didattica”,  tramite un web browser da PC, tablet o telefono, agli indirizzi

autenticandosi con le credenziali di ateneo.

L’app consiste di due parti.

1) La prima parte, già attiva, permette a ciascuno studente di segnalare quali insegnamenti è interessato a seguire (non importa se in presenza o a distanza) nel primo semestre. In particolare ciascuno studente:

  • potrà scegliere fra tutti gli insegnamenti offerti dall’Ateneo, fermo restando che insegnamenti offerti da corsi di studio a numero programmato possono essere seguiti da studenti non afferenti al corso solo a seguito di approvazione da parte del consiglio del corso di studi interessato;
  • potrà scegliere insegnamenti fino a un massimo di 60 cfu; gli insegnamenti annuali saranno pesati per metà dei loro cfu complessivi;
  • dovrà indicare tutti gli insegnamenti a cui è interessato, compresi quelli che eventualmente seguirà solo a distanza;
  • potrà cambiare le scelte fatte in qualsiasi momento;
  • potrà inserire insegnamenti mutuati sia usando il nome dell’insegnamento effettivamente erogato (insegnamento padre) sia il nome dell’insegnamento che mutua (insegnamento figlio);
  • potrà iscriversi anche ad altre attività didattiche diverse dagli insegnamenti ma previste da un corso di studi, quali per esempio i lettorati.

Sarà a breve messo a disposizione dei presidenti di corso di studio e delle unità didattiche dei dipartimenti un cruscotto in cui sarà possibile visualizzare il numero totale degli studenti interessati a ciascun insegnamento offerto dai corsi di propria competenza. Nel caso di insegnamenti offerti da corsi ad accesso programmato sarà visibile anche l’elenco nominativo degli studenti non iscritti al corso, in modo da poter provvedere a concedere o negare la necessaria autorizzazione.

In futuro sarà messa a disposizione di tutti i docenti la possibilità, per ciascuno degli insegnamenti che tengono, di inviare mail a tutti gli studenti che hanno selezionato quell’insegnamento.

2) La seconda parte, che sarà attivata a partire dal 6 settembre con la tempistica esplicitata nel seguito, permetterà a ciascuno studente di indicare quali lezioni degli insegnamenti delle due settimane successive intende seguire in presenza. Più precisamente:

  • ciascuno studente potrà indicare quali lezioni degli insegnamenti selezionati nella parte 1) (si ricorda che l’elenco di questi insegnamenti può essere modificato dallo studente in qualsiasi momento) intende frequentare in presenza nelle due settimane successive;
  • l’indicazione per la coppia di settimane n ed n+1 dev’essere effettuata fra il lunedì della settimana n-2 e il mercoledì della settimana n-1;
  • entro il venerdì della settimana n-1 ciascuno studente sarà informato di quali fra le lezioni da lui indicate potrà effettivamente frequentare in presenza, in funzione della capienza delle aule e dell’eventuale turnazione;
  • se le richieste di presenza per una determinata lezione non superano la capienza dell’aula allora sono tutte accettate; in caso invece il numero di richieste sia superiore alla capienza dell’aula, l’app selezionerà per ciascuna lezione gli studenti che potranno partecipare in presenza a quella lezione, cercando di fare in modo che tutti gli studenti che hanno fatto richiesta possano seguire in presenza almeno una settimana su due e di evitare per quanto possibile che un singolo studente abbia nella stessa giornata sia lezioni in presenza sia lezioni a distanza;
  • entro al più tardi il venerdì della settimana n-1 ciascuno studente avrà a disposizione un calendario delle settimane n e n+1 in cui vedrà orario e aule di tutte le lezioni previste in quelle due settimane per gli insegnamenti da lui scelti nella parte 1); le lezioni che potrà seguire in presenza saranno indicate in verde; quelle a cui non gli è stato assegnato un posto in presenza e per cui non sono disponibili posti liberi saranno indicate in rosso; quelle per cui non gli è stato assegnato un posto in presenza ma rimangono posti liberi saranno indicate in giallo;
  • fino alle 19:00 del giorno prima di una lezione in verde uno studente può decidere di cancellarsi dalla lezione, liberando così un posto in quell’aula che potrebbe essere utilizzato da un altro studente;
  • fino all’ora di inizio di una lezione in giallo uno studente potrà indicare la propria volontà di seguire in presenza quella lezione, e la richiesta sarà immediatamente accettata (la lezione passa da gialla a verde nella sua agenda) fino ad esaurimento del numero di posti disponibili in aula;
  • quando uno studente si presenta in aula per seguire una lezione in verde deve inquadrare il QR code del posto in cui si siede; questo serve per confermare la sua presenza in vista del contact tracing richiesto dai protocolli sanitari, e il non farlo riduce la sua priorità nelle successive assegnazioni di posti in presenza per quell’insegnamento come descritto sotto;
  • l’inquadramento del QR code può essere fatto in un qualsiasi momento durante lo svolgimento della lezione, ma dev’essere ripetuto per ciascuna lezione in verde anche se si svolge nella stessa aula;
  • gli studenti che ripetutamente non si presentano (o non inquadrano il QR code del posto) alle lezioni di un insegnamento per cui hanno ricevuto (e non cancellato) un posto in presenza avranno una priorità più bassa nell’assegnazione di posti in presenza di quell’insegnamento nelle settimane successive; invece, gli studenti per cui non sarà stato possibile soddisfare le richieste di frequenza in presenza di un insegnamento avranno una priorità più alta nell’assegnazione di posti in presenza di quell’insegnamento nelle settimane successive.

Si ricorda che nel caso che a una lezione si presentino più studenti di quanti ne possa contenere l’aula, il docente ha l’obbligo di sospendere la lezione e di far uscire gli studenti che non si sono prenotati fino a far rimanere presenti un numero di studenti compatibile con la capienza COVID dell’aula.

Nel caso di insegnamenti mutuati, nelle agende degli studenti compariranno nome e aula dell’insegnamento padre, che è quello che dovranno effettivamente seguire; l’assegnazione dei posti in presenza sarà fatta tenendo presente le richieste di tutti gli studenti che hanno chiesto di seguire in presenza o l’insegnamento padre o uno qualsiasi degli insegnamenti figli.

Nel cruscotto menzionato in precedenza, i Presidenti di corso di studio e le unità didattiche dei dipartimenti potranno vedere per ciascuna lezione di ciascun insegnamento di loro pertinenza il numero di studenti che hanno richiesto la presenza e, dopo lo svolgimento della lezione, il numero di studenti che hanno confermato la presenza inquadrando il QR code del posto durante la lezione. Solo per le attività con obbligo di frequenza sarà possible vedere anche i nominativi degli studenti che hanno registrato la propria presenza inquadrando il QR code.

La parte 2) sarà attivata:

  • a partire dal 6 settembre per la prenotazione delle lezioni delle settimane del 13 e del 20 settembre, per i corsi che iniziano le lezioni la settimana del 13 settembre o la settimana del 20 settembre (per questi ultimi le prenotazioni riguarderanno solo le lezioni della settimana del 20 settembre);
  • a partire dal 13 settembre per la prenotazione delle lezioni delle settimane del 27 settembre e 4 ottobre, per tutti i corsi, e proseguirà con intervalli di 2 settimane come descritto sopra

Istruzioni dettagliate sul funzionamento dell’app saranno disponibili agli indirizzi web sopra indicati, dove si troverà anche una form per la segnalazione di eventuali problemi.