Le tenebrose. Figure di femme fatale nel cinema e nei media europei fra mito e contemporaneità

A Pisa il Convegno internazionale di studi su Le tenebrose

Nei giorni 1, 2 e 3 dicembre 2022, a Pisa presso il Polo Le Benedettine (Piazza San Paolo a Ripa d’Arno 16), si terrà il Convegno internazionale di studi “Le tenebrose. Figure di femme fatale nel cinema e nei media europei fra mito e contemporaneità”, a cura delle docenti di Storia del cinema Chiara Tognolotti (Università di Pisa) e Cristina Jandelli (Università degli Studi di Firenze).

Il convegno internazionale è realizzato con il patrocinio della Consulta Universitaria del Cinema e di AIRSC – Associazione italiana per le ricerche di storia del cinema, e la collaborazione con il network FAScinA – Forum delle studiose di cinema e audiovisivi. Accompagna il convegno la rassegna “Dark ladies – La Femme Fatale dal cinema muto ai giorni nostri”, organizzata dal CineClub Arsenale di Pisa con il sostegno della Direzione generale Cinema e audiovisivo – Ministero della Cultura e con il patrocinio del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere,

Programma

Giovedì 1 dicembre 2022, ore 9:00 - 18:30

9.00 – Saluti istituzionali
Simone Maria Collavini, Direttore del Dipartimento di civiltà e forme del sapere
Giacomo Manzoli, Presidente della Consulta universitaria del cinema
Cristina Jandelli, Coordinatrice del dottorato di ricerca in Storia delle arti e dello spettacolo delle Università di Firenze, Pisa e Siena

9.30 – 10.15 – Keynote Jackie Reich, Marist College, NY
The Whiteness of le tenebrose

10.15 – 11.15 | Effetto femme fatale
presiede Sandra Lischi, Università di Pisa

Giulia Carluccio, Università di Torino
Dolcemente tenebrosa, tenebrosamente dolce: Gene Tierney tra Laura e Leave Her to Heaven

Beatrice Seligardi, Università di Sassari
“Effetto Castiglione”: mise-en-scène di una femme fatale tra fotografia, cinema e letteratura

Eva Marinai, Università di Pisa
«Hell hath no fury…». Il fascino enigmatico di Jeanne Moreau nell’inferno di Cocteau

11.15 – 11.45 – coffee break

11.45 – 13.15 | Tenebrose di Francia
presiede Rosamaria Salvatore, Università di Padova

Cristina Cassina, Università di Pisa
Rachilde e il cinema: un appuntamento (per ora) mancato

Laura Cesaro, Università di Udine, e Rossella Catanese, Università della Tuscia
Uno sguardo crudele quanto sensuale: la Vénus noire Musidora

Farah Polato, Università di Padova
«Con audacia sfrenata, con ardore di furia, con verve folle: ella danza». A proposito di Lola Montès

13.15 – 14.30 – light lunch

14.30 – 16.10 | Dive italiane
presiede Giulia Carluccio, Università di Torino

Elena Mosconi, Università di Pavia
Francesca Bertini, peccatrice seriale

Ivo Blom, Vrije Universiteit
Da Salammbô a Sofonisba: la femme fatale cartaginese tra letteratura, pittura e cinema

Micaela Veronesi, Archivio nazionale cinematografico della Resistenza, Torino
La più cattiva di tutte. Pina Menichelli, il fuoco e la tigre

Greta Plaitano, Accademia di belle arti, Brera – Accademia albertina, Torino
Leopoldo Metlicovitz, Pina Menichelli e il disegno della femme fatale tra fotografia, illustrazione e cinema

Tamara Shvediuk, Gosfilmofond, Russia Film Archive
Diana Karenne. A Genuine Tenebrosa in Life and Onscreen

16.10 – 16.40 tea break

16.40 – 18.20 | Schermi, scene, personagge
presiede Farah Polato, Università di Padova

Caterina Pagnini, Università degli Studi di Firenze
Danze e danzatrici ‘fatali’: linguaggi corporei e rappresentazione dell’alterità

Lucia Di Girolamo, Università della Campania Luigi Vanvitelli
Il sorriso assente e la memoria del pathos. La femme fatale tra cinema e moda

Maria Pia Pagani, Università di Napoli Federico II
La solitudine di una diva: Strehler, l’anziana Duse e Greta Garbo

Stefania Rimini, Università di Catania
«Una piccola, e forse isterica, Lady Macbeth». La tenebrosa Betti nel cinema di Bellocchio e Bertolucci

Rosamaria Salvatore, Università di Padova
Veronika Voss. Tenebre, fantasmi e legami malati

20.15 – Aperitivo presso il Cineclub Arsenale (vicolo Scaramucci 2).

21.00 – Proiezione di Il fuoco (G. Pastrone, 1915) con accompagnamento del duo pianistico Caterina Pagnini e Marta Poggesi

Venerdì 2 dicembre 2022, ore 9:00 - 18:30

9.15 – 10.00 Keynote Melanie Williams, University of East Anglia
Bad Girls of Postwar British Cinema, from Austerity to Affluence

10.00 – 11.00 | Ossessioni moderne
presiede Alberto Scandola, Università di Verona

Philippe Ragel, Université de Toulouse
Cora à l’épreuve du cinéma : une épouse si ténébreuse que cela?

Simona Busni, Università di Catania
Giovanna e le altre: le tenebrose di James M. Cain

Fulvio Orsitto, Georgetown University
The Femme Fatale: A ‘Deep Obsession’. Clara Calamai’s Iconic Presence in Visconti’s Obsession (1943) and Argento’s Deep Red (1975)

11.00 – 11.30 coffee break

11.30 – 13.00 | Attrici
presiede Cristina Jandelli, Università degli Studi di Firenze

Sara Pesce, Università di Bologna
Il controverso cosmopolitismo di Ingrid Bergman

Alberto Scandola, Università di Verona
Monica Bellucci: costruzione e decostruzione di una femme fatale

Elena D’Amelio, Università di San Marino
L’ombra di Medea: Micaela Ramazzotti tra ruoli e immagine pubblica

Fabien Landron, Università di Corsica Pasquale Paoli
Miriam Leone, da Miss Italia a Diabolik: percorso di una tenebrosa transmediale contemporanea

13.00 – 14.30 light lunch

14.30 – 15.50 | Tenebre di regime
presiede Elena Mosconi, Università di Pavia

Lucia Cardone, Università di Sassari
Vita in forma di romanzo. Doris Duranti e l’oscura brillantezza del cuore

Angela Bianca Saponari, Università di Bari
Un patto col diavolo. Evidenze e incongruenze nella costruzione divistica della fatale Miranda

Meris Nicoletto, studiosa indipendente
Luisa Ferida: da ragazza per bene a dark lady

Bruna Niccoli, Università di Pisa
Immaginario femminile e abito scenico: le tenebrose alla ribalta

15.50 – 16.50 | Re-Viewing the Femme Fatale in Italian Cinema
presiede Chiara Tognolotti, Università di Pisa

Ryan Calabretta-Sajder, University of Arkansas
Challenging the Confines of the Tenebrose in Pasolini: From Mamma Roma (1962) to Medea (1969)

Alan J. Gravano, Rocky Mountain University
Exploiting the Tenebrosa in Sergio Leone’s Per qualche dollaro in più: Mortimer’s Sister, the Uncredited Rosemary Dexter

M. Marina Melita, Marist College, NY
Exploring Il portiere di notte through an Italian Cinematic Lens

16.50 – 17.20 tea break

17.20 – 18.20 | Dark Ladies
presiede Stefania Rimini, Università di Catania

Laura Vichi, studiosa indipendente
L’Inhumaine (1924) di Marcel L’Herbier o l’addomesticamento del femminile

Diletta Pavesi, Università di Ferrara
Un’assassina biondo platino è condannata a morte. Ruth Ellis come femme fatale nel cinema britannico

Gabriele Landrini, Università di Bari
Strani vizi, stanze chiuse e i colori del buio. Edwige Fenech e i sexy thriller all’italiana

Francesca Brignoli, studiosa indipendente
Parlare con le tenebre. Charlotte Rampling: variazioni sul tema anni Ottanta/Duemila

20.30 cena

Sabato 3 dicembre 2022, ore 9:00 - 13:00

9.00 – 10.45 | Dee e fattucchiere
presiede Lucia Cardone, Università di Sassari

Gina Annunziata, Accademia di belle arti di Napoli
Cleopatra tra le tenebre d’Oriente. Femminilità, alterità ed esotismo nel cinema muto italiano

Giulia Simi, Università di Sassari
Dark lady in Super8: Astarte da signora delle tenebre a icona femminista

Marga Carnicé Mur, Universitat de Lleida
Lo sguardo della Medusa. Substrato mitico e simbolismo notturno nel divismo di Anna Magnani

Anna Masecchia, Università di Napoli Federico II
Il rovescio della femme fatale: Moreau-Medusa e la scopofilia maschile

Davia Benedetti, Università di Corsica Pasquale Paoli
Évolution des représentations de la femme fatale corse, de Colomba (1948) à Carina (I Comete, 2022)

10.45 – 11.15 coffee break

11.15 – 13.00 | Icone pop
presiede Fabien Landron, Università di Corsica Pasquale Paoli

Elena Porciani, Università della Campania Luigi Vanvitelli
Happy Nightmare Baby. Dove sono le tenebrose, inquiete e maledette nella popular music italiana?

Alessandro Cecchi, Università di Pisa
Tenebrosa esotica queer. Gli esordi di Florinda Bolkan e il contributo musicale di Ennio Morricone

Lorenza Fruci, studiosa indipendente
Le malafemmine nell’immaginario

Sara Martin e Dorothea Burato, Università di Parma
Eva Kant: dalla striscia al cinema. La tenebrosa si svela attraverso i suoi abiti

Chiusura dei lavori


Programma convegno Le tenebrose

Locandina convegno Le tenebrose

Informazioni e contatti

chiara.tognolotti@unipi.it

Back to top