Aperto il Concorso di ammissione alla Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Pisa per l’anno accademico 2021-22

bando ssba 21-22

É aperto il bando di concorso, per titoli ed esami, per l’ammissione al primo anno della Scuola di Specializzazione in Beni Archeologici dell’Università di Pisa per l’anno accademico 2021/2022.

I posti a concorso sono dieci.

Per l’anno accademico 2021-22 ai primi due classificati al concorso di ammissione alla Scuola saranno attribuite due borse premio di 4500 euro.

Scadenza presentazione delle domande

 8 novembre 2021, ore 11:00.

Le  domande dovranno essere presentate esclusivamente on line all’indirizzo: https://www.unipi.it/index.php/scuole-specializzazione/itemlist/category/334, insieme al Modulo allegato A debitamente compilato e al pagamento della tassa concorsuale di 60,00 Euro.

Prove di esame

Il concorso è per titolo ed esami.

  • La prova scritta si terrà il 19 novembre 2021 alle ore 14,00 presso l’Aula G1 del Polo ex-Guidotti (via Trieste, 40)
  • La prova pratica integrata dal colloquio si svolgerà il 26 novembre 2021 alle ore 9,30 presso l’Aula PAO D2 (Aula Liva) di Palazzo Carità (via Paoli, 9)

Le prove di esame si svolgeranno “in presenza” in conformità del Protocollo di sicurezza anti-contagio sulle misure di contenimento della diffusione del Covid-19 vigente al momento dell’espletamento delle prove di concorso.

La graduatoria finale degli idonei e dei vincitori, sarà approvata con Decreto rettorale, e pubblicata entro il 17 dicembre 2021.

Requisiti di ammissione

Alla Scuola si accede col titolo di laurea di secondo livello (300 CFU). Possono presentare domanda di ammissione:

  • i laureati specialistici o magistrali in Archeologia (classe S/2 o classe LM-2) che abbiano conseguito nei 300 CFU un minimo di 90 CFU nei settori disciplinari dell’Ambito caratterizzante (ambito 1 “conoscenze e contestualizzazione di beni archeologici” del Decreto ministeriale 31 gennaio 2006). I settori scientifico disciplinari dell’Ambito caratterizzante sono i seguenti:
    L-ANT/01 preistoria e protostoria; L-ANT/02 storia greca; L-ANT/03 storia romana; LANT/04 numismatica; L-ANT/06 etruscologia e antichità italiche; L-ANT/07 archeologia classica; L-ANT/08 archeologia cristiana e medievale; L-ANT/09 topografia antica; LANT/10 metodologie della ricerca archeologica; L-FIL-LET/01 civiltà egee; L-OR/01 storia del vicino oriente antico; L-OR/02 egittologia e civiltà copta; L-OR/03 assirologia; L-OR/05 archeologia e storia dell’arte del vicino oriente antico; L-OR/06 archeologia fenicio punica; LOR/11 archeologia e storia dell’arte musulmana; L-OR/16 archeologia e storia dell’arte dell’india e dell’asia centrale; L-OR/20 archeologia e storia dell’arte e filosofie dell’asia orientale; GEO/01 paleontologia e paleoecologia; BIO/08 antropologia.
  • i laureati “vecchio ordinamento” (laurea quadriennale) in: 1) Lettere 2) Conservazione dei beni culturali 3) Lingue e civiltà orientali 4) Storia e conservazione dei beni culturali (lauree equiparate alla laurea specialistica in Archeologia – classe S/2 – dal Decreto
    interministeriale 5.5.2004 e successive modifiche);
  • un titolo di studio conseguito presso una università straniera. Tale titolo deve essere stato dichiarato equipollente a uno dei titoli di cui ai punti precedenti, oppure ne va chiesto e ottenuto il riconoscimento (equivalenza) al competente organo didattico dell’Università ai soli fini dell’ammissione alla Scuola stessa attenendosi a quanto richiesto dal successivo articolo 3.

Commissione

La Commissione di concorso è costituita dai seguenti docenti:

Federico Cantini (Direttore della Scuola – Presidente), Anna Anguissola, Fabio Fabiani, Lisa Rosselli, Elisabetta Starnini (membri effettivi). Supplenti: Gabriele Gattiglia, Letizia Gualandi, Simonetta Menchelli.

Contribuzione universitaria

L’importo massimo della contribuzione per l’anno accademico 2021/2022 è pari a € 2.400,00 euro, alle quali si aggiungono € 140,00 euro di tassa regionale e € 16,00 euro quale imposta di bollo per il formulario di immatricolazione.

Ulteriori informazioni sulla contribuzione per l’anno accademico 2021/2022 – in particolare le scadenze per i pagamenti delle rate successive alla prima e le modalità e i termini per l’eventuale richiesta di riduzione – saranno disponibili sul sito internet dell’Ateneo contestualmente alla pubblicazione della graduatoria e delle istruzioni per l’immatricolazione dei vincitori.

Per la richiesta dei benefici DSU (borsa di studio ecc.) è necessario fare riferimento al bando di concorso emanato dall’Azienda regionale per il diritto allo studio universitario (piazza dei Cavalieri 6, Pisa – tel. 050567111 – http://www.dsu.toscana.it/).

VAI AL BANDO

NAVIGA LA SEZIONE DEL SITO DEDICATA ALLA SCUOLA