Crediti a scelta


    Crediti “a scelta dello studente” (Delibera n. 5, del 29.01.14)

    Al fine di regolare la materia della possibilità di riconoscimento tra i crediti “a scelta dello studente” di attività esterne agli esami di profitto sostenuti nel Dipartimento CFS, si stabilisce quanto segue:

    Tutti gli studenti del CdLM SAVS sono tenuti a scegliere gli esami da sostenere all’interno dell’offerta didattica prevista, anno per anno, dalla vigente programmazione didattica, in attuazione del Regolamento del corso.

    Eventuali esami di materie impartite nel CdLM SAVS che non trovassero posto in altre sezioni del piano di studio possono essere sostenuti senza ulteriori formalità elencando le materie prescelte tra le “attività a scelta dello studente” indicate nel piano di studio. Parimenti, esami attivati in altri corsi di laurea magistrale presenti nel Dipartimento di “Civiltà e Forme del sapere” possono autonomamente essere inseriti tra le “attività a scelta dello studente”, per un massimo di 6 crediti.

    Stage e tirocinii con enti o aziende convenzionati con l’ateneo, a scelta dell’interessato, possono concorrere per non più di 6 CFU a completare l’acquisizione di crediti nella stessa sezione “a scelta dello studente” del piano di studio.

    L’opzione, invece, di esami di corsi di livello magistrale appartenenti ad altri dipartimenti o, eccezionalmente, di materie impartite nel nostro ateneo esclusivamente a livello triennale, la cui conoscenza sia riconosciuta necessaria ai fini della redazione della tesi di laurea, va motivata dallo studente stesso in una richiesta scritta alla Commissione didattica paritetica del CdLM, supportata con l’avallo scritto da parte del proprio relatore.

    In assenza di tali presupposti, resterà impossibile d’ora in poi procedere al riconoscimento di esami non compresi nello schema di piano di studi annuale che gli studenti sono tenuti a presentare.

    Si ricorda infine che tra le “Attività a scelta dello studente” possono essere anche inseriti fino a 12 crediti acquisiti in soggiorni di studio “Erasmus” il cui riconoscimento, approvato dal Consiglio di CdLM, non trovi posto tra le materie curricolari.