24 settembre 2021 – Le vie della seta per un futuro migliore? | Bright Night

La Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori della Toscana torna il 24 e 25 settembre, con una serie di iniziative e appuntamenti coordinati da Università di Pisa, Scuola Normale Superiore, Scuola Superiore Sant’Anna e CNR.

Saranno protagonisti della Bright Night 2021 anche le ricercatrici e i ricercatori del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere, che il 24 settembre a partire dalle 16:30 si troveranno presso le Logge dei Banchi a Pisa, con uno stand della ricerca dedicato ad alcuni progetti in corso.

Sotto il titolo comune di “Le vie della seta per un futuro migliore?”, Luisa Andriollo e Chiara Barbati presenteranno il progetto ‘Scontri ed incontri per un futuro migliore? Il dialogo nelle civiltà tra Bisanzio e mondo iranico’, e Chiara Ombretta Tommasi presenterà il progetto ‘SERICA Sino-European Religious Intersections in Central Asia. Interactive Texts and Intelligent Networks’.

STAND DELLA RICERCA
Le vie della seta per un futuro migliore?
dalle 16:30
Logge dei Banchi, Pisa

Cosa racconta per il nostro futuro quella fitta rete di scambi di beni materiali ed immateriali che da almeno due millenni condiziona nel bene e nel male le sorti dell’Europa, dell’Asia e di parte dell’Africa?

Lo stand Le vie della seta per un futuro migliore? a cura del Dipartimento di Civiltà e Forme del Sapere dell’Università di Pisa, è dedicato agli incontri e scontri di civiltà, con un occhio di riguardo al dialogo interreligioso attraverso epoche ed aree geografiche differenti con l’ausilio di foto e mappe.

Relatori

Chiara Ombretta Tommasi, storica delle religioni
Luisa Andriollo, bizantinista
Chiara Barbati, iranista

Le vie della seta per un futuro migliore?

***

La Notte delle Ricercatrici e dei Ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea, in Toscana, si chiama BRIGHT-NIGHT: l’acronimo “Brilliant Researchers Impact on Growth Health and Trust in research” (I ricercatori di talento hanno un impatto sulla crescita, la salute e la fiducia nella ricerca) si unisce alla parola notte. Il risultato è una “notte brillante” per l’impegno delle ricercatrici e dei ricercatori e dei risultati del loro lavoro.

BRIGHT-NIGHT è sostenuto dalla Regione Toscana nell’ambito di Giovanisì, il progetto regionale per l’autonomia dei giovani, e comprende Università di Firenze, Pisa e Siena, Università per Stranieri di Siena, Scuola Superiore di Studi Universitari Sant’Anna, Scuola Normale Superiore, Scuola IMT Alti Studi Lucca, in collaborazione con Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN), Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV), European Gravitational Observatory (EGO), Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF).

I temi che saranno al centro dell’edizione 2021 toccheranno tutti i campi della scienza e della cultura, con una particolare attenzione a quello della sostenibilità sociale e ambientale in riferimento all’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e al 20° anniversario della Carta Europea dei Diritti. E così, via a miniconferenze, contest, visite virtuali, esperimenti, documentari e laboratori.