Uscita del secondo volume della collana Kitab – Egyptology in Focus: “Ear studs, ear plugs or beads? Reinterpreting a group of glass objects from New Kingdom Egypt in the British Museum” di Anna K. Hodgkinson

kitab secondo volume

kitab secondo volumeÈ uscito il secondo volume della serie fondata e diretta da Gianluca Miniaci, “Kitab – Egyptology in Focus (sottoserie: Material culture of ancient Egypt and Nubia)”.

Il breve volume “Ear studs, ear plugs or beads? Reinterpreting a group of glass objects from New Kingdom Egypt in the British Museum” (Kitab – Egyptology in Focus 2) di Anna K. Hodgkinson è incentrato sullo studio di un gruppo di oggetti in vetro conservati al British Museum che risalgono al Nuovo Regno (1550-1069 a.C.) e vengono comunemente indicati con il termine “orecchini” (in inglese, “ear plugs” o “ear studs”).

Gli orecchini antico-egiziani sono archeologicamente attestati in vari materiali e vengono solitamente raffigurati nell’iconografia con una cupola convessa indossata sul davanti. Tuttavia, è possibile che gli oggetti di vetro discussi in questo volume, simili ma non identici nella forma agli orecchini propriamente detti, non fossero progettati come gioielli da orecchio ma come perline o ciondoli. Essi hanno la parte anteriore piatta e sono forati latitudinalmente. La foratura, che è dovuta alla fabbricazione degli oggetti su una barra di metallo, avrebbe permesso agli oggetti di essere infilati e di essere sospesi verticalmente, sia come parti di indumenti che come parti di catene di perline.

La serie Kitab – Egyptology in Focus intende dare spazio ad articoli lunghi molto mirati o a libri brevi, ponendosi come veicolo scientifico per quegli argomenti di ricerca che non si adattano perfettamente al formato di un articolo in rivista o di un libro. A volte, la ricerca è troppo breve e concisa per una monografia completa, ma anche troppo lunga e strutturata per un articolo. Pertanto, Kitab ha come scopo quello di attirare la giusta attenzione su ricerche importanti ma circoscritte, mettendo in evidenza le singole ricerche in volumi indipendenti per evitare che esse si disperdano tra vari articoli in riviste e in volumi collettivi. Kitab è, inoltre, uno strumento utile a comunicare rapidamente i risultati di una ricerca specifica, rendendoli immediatamente disponibili online e formato cartaceo.

Per ulteriori informazioni, https://nicanorbooks.co.uk/.