Prova finale

Adempimenti amministrativi Esame di Laurea

Regolamento della prova finale (approvato dal consiglio di corso di studio il 16 aprile 2012):

La prova finale della laurea magistrale consiste nella esposizione sintetica e discussione da parte del candidato davanti a una commissione ufficiale di un elaborato scritto (monografia o altro). La prova finale pesa per 23 cfu e potrà essere sostenuta solo dopo aver conseguito 97 CFU.

[expand title=”Seminario propedeutico alla prova finale” rel=”ProvafinaleFIFS-highlander”]

Prima di accingersi ad intraprendere l’elaborazione della prova finale, ogni studente dovrà acquisire 1 cfu del c.d. “Seminario propedeutico alla prova finale”. Le modalità di svolgimento di tale seminario verranno individuate, di anno in anno, dal Consiglio del corso di studio attraverso la propria programmazione didattica.[/expand] [expand title=”Tesi di laurea magistrale” rel=”ProvafinaleFIFS-highlander”]

L’argomento dell’elaborato viene concordato dal candidato con un docente (denominato “relatore”) afferente al consiglio aggregato del corso di studio in Filosofia e in Filosofia e Forme del Sapere, purché lo studente abbia acquisito nel corso della sua carriera universitaria almeno 24 CFU nel relativo settore scientifico-disciplinare. L’elaborato deve dimostrare un’informazione approfondita sull’argomento prescelto e sugli studi al riguardo e adeguate capacità di impostazione metodologica e di orientamento critico.[/expand] [expand title=”Commissione” rel=”ProvafinaleFIFS-highlander”]

La Commissione relativa alla prova finale è composta da cinque docenti del corso di studio in Filosofia e Forme del Sapere e/o della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Pisa, che vengono nominati dal Preside di Facoltà su proposta del Presidente del Consiglio di corso di studio. Almeno tre membri devono essere docenti del corso di studio in Filosofia e Forme del Sapere. Il Presidente del Consiglio di corso di studio assegna al candidato un secondo – ed eventualmente un terzo – relatore, i quali possono anche essere docenti di altre Facoltà o di altre Università o esperti italiani o stranieri di alta qualificazione scientifica o professionale. La Commissione può dunque essere integrata, per ogni singolo candidato, fino a un massimo di ulteriori due membri.[/expand] [expand title=”Voto di laurea” rel=”ProvafinaleFIFS-highlander”]

Per il calcolo della media del candidato, si tiene conto di tutte le attività utili ai fini del raggiungimento dei 97 CFU prescritti che comportino una valutazione in trentesimi e corrispondano ad almeno 6 CFU. Per il calcolo della media aritmetica, ogni votazione sarà rapportata al numero di crediti della singola attività. La media così ottenuta in trentesimi sarà convertita in centodecimi e successivamente arrotondata all’intero più vicino. Alla votazione risultante la Commissione potrà aggiungere fino a un massimo di 8 punti sulla base della qualità e dei risultati del lavoro svolto e documentato dalla tesi. Se in questo modo vengono raggiunti i 110/110, la commissione può inoltre attribuire (e solo all’unanimità) la lode. Possibili criteri per l’attribuzione della lode sono, oltre alla qualità della prova finale, il numero delle lodi negli esami parziali, la valorizzazione, ai fini dell’elaborazione e della discussione dell’elaborato, delle conoscenze acquisite nel percorso di studio, e il conseguimento del titolo entro i due anni dall’iscrizione alla laurea magistrale.

[/expand] [expand title=”Termini” rel=”ProvafinaleFIFS-highlander”]

Almeno 30 giorni prima dell’appello il candidato deve presentare domanda di laurea alla Segreteria studenti tramite il portale Alice. Entro 15 giorni dall’inizio dell’appello occorrerà poi consegnare direttamente il libretto, una sua fotocopia e tre copie del tesi di laurea in segreteria studenti.

[/expand] [expand rel=”pg-highlander” title=”Norme redazionali”]

Frontespizio tesi

[/expand] [expand rel=”pg-highlander” title=”Date di discussione”]

[/expand]