Aerofototeca “Marcello Cosci”

Presentazione

L’archivio aerofotografico “Marcello Cosci” è stato costituito nel 2010 grazie alla donazione all’Università di Pisa della ricca documentazione cartografica e di foto aeree che lo studioso ha collezionato nel corso della sua attività di fotointerpretazione archeologica.

Comprende circa 5000 fotografie aeree, 15000 diapositive e centinaia di carte del territorio italiano e particolarmente della Toscana, che costituiscono un formidabile strumento di indagine per qualunque ricerca (archeologica, storica, geografica, geomorfologica, ecc.) che si interessi del territorio.

Attualmente l’archivio è in fase di schedatura e digitalizzazione, allo scopo di poterlo rendere il più presto possibile fruibile a tutti, in formato open access.

Marcello Cosci (Pisa, 1929-2009) sin da giovane sviluppa una grande passione per la storia antica e l’archeologia e, nonostante non compia studi specifici, si impegna in numerose ricerche archeologiche sui Monti pisani e le Colline livornesi, sulle coste laziali e nella Maremma grossetana, maturando notevoli competenze come fotografo. Dalle lezioni tenute all’Università di Pisa da Giulio Schmiedt apprende le tecniche di interpretazione aerofotografica, che applica con continuità collaborando assiduamente con le Università di Pisa e di Siena fino agli ultimi giorni di vita.

Persone

M. Letizia Gualandi (responsabile)

Sede

Pisa, via dei Mille 19, primo piano