Età contemporanea

Comunicazione e propaganda in età contemporanea. Strutture, persistenze, ricezione

L’età contemporanea è caratterizzata dal progressivo affermarsi della società di massa, con la costruzione di un campo comunicativo articola attorno a quattro fondamentali strutture:

  1. tecnologiche e comunicative, con una sequenza continua di innovazioni mediatiche;
  2. istituzionali, con modalità pubblicamente regolate di presa di parola;
  3. discorsive e simboliche;
  4. ideali (ideologie e valori, con i relativi conflitti e mutamenti).

Il progetto si propone di analizzare questi quattro piani attraverso uno studio della dialettica innovazioni-persistenze, articolato nella cornice di tre macro-fasi cronologiche:

  1. dal tardo Settecento alla Grande Guerra;
  2. tra le due guerre;
  3. post-1945.

Nel complesso, l’attenzione è rivolta al modo in cui le innovazioni comunicative modificano le strutture spaziali, temporali discorsive dell’esistenza quotidiana, della società e della politica; e alle nuove forme della memoria culturale e del rapporto con il passato, inglobato in una idea di futuro attraverso processi di patrimonializzazione, e processi di invenzione della tradizione e dell’autenticità.

Sub-progetto 1: Forme di comunicazione e propaganda nelle società contemporanee

In questo àmbito del progetto ci si propone di studiare la relazione tra forme della comunicazione che traggono materiali da un resiliente archivio culturale, e le forme di comunicazione (o le tecniche) che spingono verso una nuova e inedita concettualizzazione/comunicazione. Le sottosezioni previste sono le seguenti:

  1. simboli e formazioni discorsive in età contemporanea;
  2. pratiche rituali nel contesto delle società di massa;
  3. tecniche della comunicazione e della propaganda.

Sub-progetto 2: Mito e fiaba tra permanenze e mutamenti: temi e motivi tradizionali nelle strutture narrative e drammaturgiche e nella cultura di massa

Il progetto indaga le diverse forme di ripresa di temi e motivi delle tradizioni mitologiche e fiabistiche nelle produzioni artistiche dell’età contemporanea, sia sul piano delle avanguardie che su quello della cultura popolare. In particolare, la ricerca si concentra:

  1. sulla costituzione e sui mutamenti del genere della fiaba folklorica e tradizionale dal Romanticismo ad oggi;
  2. sull’utilizzo di temi e motivi fiabistica e mitologici nella cultura di massa contemporanea (letteratura, fumetto, cinema etc.);
  3. sulla ripresa, nella pratica e nella ricerca teatrale, di fiabe e miti come archetipi irradiatori di senso, e del rito come paradigma della performance scenica.

Sub-progetto 3: Dalla riflessione su linguaggio e comunicazione alla rivoluzione informatica

La “svolta linguistica” che ha caratterizzato una parte significativa della ricerca filosofica tra la fine dell’800 e la prima metà del ‘900 si è poi trasformata, andando in una direzione inizialmente e apparentemente restrittiva, ma ben presto diventata universalizzante, nella cosiddetta “rivoluzione informatica”. La comparsa di un nuovo oggetto, i computer, e il successivo sviluppo di internet, hanno infatti cambiato il modo, non solo di fare ricerca, ma di organizzare la stessa vita quotidiana. Il progetto intende indagare sia alcuni momenti della svolta linguistica, sia le questioni comunicative, linguistiche, cognitive, etiche e politiche che la rivoluzione informatica ha portato alla luce.

Sub-progetto 4: Innovazioni tecnologiche, arte e patrimonio culturale fra avanguardie resilienze

Il progetto analizza l’interazione tra innovazione tecnologica e arti dall’Ottocento alle mutazioni indotte dal digitale. Il fenomeno interessa la conoscenza del patrimonio (legato ai temi della catalogazione e digitalizzazione dei beni culturali), le poetiche e la produzione artistica, l’elaborazione filosofica e la comunicazione, anche nelle loro declinazioni socio-politiche. Le principali linee di ricerca riguarderanno:

  1. la documentazione del patrimonio culturale;
  2. le tecnologie tra produzione e poetiche artistiche.

English Abstract

Transformation and persistence processes are studied from the perspective of communication and propaganda, and they are subdivided into the following research lines:

  1. Technological innovations, art and cultural heritage between innovations and resilience (Documentation of cultural heritage; Technologies between production and artistic poetics);
  2. Forms of communication and propaganda in contemporary societies (Symbols and discursive formations in contemporary age; Ritual practices in the mass society; Techniques of communication and propaganda);
  3. Myth and fairy tale between persistence and change; traditional themes and motifs in the narrative and dramaturgical structures and in the mass culture;
  4. From the meditation on language and communication to the computer revolution.