Progetti


     


    Horizon 2020

    ArchAIDE. Ha lo scopo di creare un nuovo sistema per il riconoscimento automatico della ceramica rinvenuta negli scavi archeologici nel mondo. (giugno 2016 – maggio 2019).


    Erasmus

    A Digital Journey in Europe. Erasmus Plus 2015. Lo scopo del progetto è la condivisione e lo sviluppo di buone pratiche nell’uso delle nuove tecnologie nelle scuole primarie. Riunisce 13 tra scuole e università di 4 nazioni (Irlanda, Italia, Danimarca e Finlandia). PI è la Sacred Heart Senior National School a Dublino, responsabile per l’Università di Pisa Enrica Salvatori (team: Maria Simi e Chiara Mannari).


    PRIN

    The Long History of Anti-Semitism. Jews in Europe and the Mediterranean (X-XXI centuries): Socio-Economic Practices and Cultural Processes of Coexistence between Discrimination and Integration, Persecution and Conversion. PRIN 2015, coordinatore scientifico Germano Maifreda dell’Università Milano Bicocca, responsabile per l’Università di Pisa Alessandra Veronese

    Alla ricerca del ‘negoziante patriota’. Mercantilismi, moralità economiche e  mercanti dell’Europa mediterranea (secoli XVII-XIX). PRIN 2015: coordinatore scientifico Biagio Salvemini, responsabile per l’Università di Pisa Andrea Addobbati (partecipanti Andrea Addobbati, Antonella Alimento)

    Archeologia dei paesaggi urbani in Asia Minore tra tardo ellenismo ed età bizantina. Approcci multidisciplinari allo studio di Hierapolis di Frigia. PRIN 2015. Cordinatrice nazionale Grazia Semeraro dell’Università del Salento, responsabile per l’Università di Pisa Lucia Faedo, poi subentrata Anna Anguissola

    False testimonianze. Copie, contraffazioni, manipolazioni e abusi del documento epigrafico antico. PRIN 2015, coordinatore nazionale Lorenzo Calvelli, Università Ca’ Foscari Venezia, responsabile per l’Università di Pisa Andrea Raggi

    Nuovi approcci al pensiero della prima età moderna: forme, caratteri e finalità del metodo costellatorio, PRIN 2015. Coordinatrice nazionale: Simonetta Bassi (Università di Pisa); partecipanti: Università di Bologna, Università di Lecce, Università di Modena-Reggio Emilia, Università di Napoli “L’Orientale”,  Università del Piemonte Orientale, Università di Trento, Università della Tuscia, Università di Venezia “Ca’Foscari”, Scuola Normale Superiore.


    MIUR

    FUTURAHMA Tra Futurismo e Ritorno al Classico (1910 – 1922). Tecniche pittoriche, critica delle varianti e problemi conservativi.  Progetto di ricerca triennale fortemente multidisciplinare, che coinvolge storici dell’arte, restauratori, fisici e chimici. Il progetto intende studiare a fondo le tecniche pittoriche del Futurismo, della Metafisica e del cosiddetto ritorno al classico, integrando lo studio delle fonti scritte con l’esame delle opere e dei materiali d’atelier conservati in archivi e musei (2013-2016) Finanziato dal MIUR, Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, all’interno del programma Futuro in ricerca 2012.

    Nel/Col/Dal Museo civico Fattori di Livorno: opere, percorsi, link, finanziato dal MIUR a seguito di Concorso nazionale, responsabile Antonella Gioli


    Ateneo

    Guerra, commercio, neutralità in epoca moderna. Finanziato dall’Ateneo di Pisa per gli anni accademici 2008-2010, responsabile Antonella Alimento (partecipamti per Università di Pisa Alimento, Aglietti, Addobbati, Edigati, Angiolini); partner Università di Parigi I- Panthéon Sorbonne, École Pratiques des Hautes Études di Parigi, Università di Rotterdam,Università Pablo de Olavide di Siviglia e Università Ca’ Foscari di Venezia.

    Rievocare il passato: memoria culturale e identità territoriali, PRA 2016. Coordinatori Fabio Dei e Michela Lazzeroni


    Dipartimento

    Museo multimediale di Barga: creazione di prodotto multimediale a contenuto storico (2013-oggi). Finanziamento affidato al Dipartimento di Civiltà e forme del sapere, per convenzione, dall’Unione Comuni Media Valle del Serchio. Responsabile scientifica: Alessandra Lischi. Gruppo di ricerca: Marco Bigliazzi, Andreina Di Brino, Gianluca Paoletti

    Approfondimento, studio e documentazione, in forma audiovisiva compiuta, delle attività di ricerca svolte all’interno dell’Ateneo pisano (2013-2015), in varie aree disciplinari e in stretta collaborazione con l’Ufficio Comunicazione dell’Ateneo. Finanziamento affidato al Dipartimento di Civiltà e forme del sapere dall’ Ateneo. Responsabile scienitifica: Alessandra Lischi.  Borsista: Livia Giunti


    Altri

    Pompeii Sustainable Preservation Project. Cooperazione tra Fraunhofer Gesellschaft, Technische Universitaet di Monaco di Baviera, Soprintendenza Pompei, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali del Consiglio Nazionale delle Ricerche CNR, International Center for the Study of the Preservation and Restoration of Cultural Property ICCROM. A questi isitituti si aggiungono, relativamente a parti specifiche del progetto, l’University of Oxford – School of Geography and the Environment, Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro del Ministero per i Beni e le Attività Culturali ISCR, Dipartimento di Storia antica della Ludwig-Maximilians-Universität Munich, Istituto Archeologico Germanico di Roma. Consulente scientifico per l’Università di Pisa Anna Anguissola

    John Talman: an early eighteenth-century collector of drawings. Progetto finaziato dal Getty Grant Program, responsabile Cinzia Maria Sicca, partecipano anche Marco Collareta e Antonella Capitanio

    Greek into Arabic: Philosophical Concepts and Linguistic Bridges (2010-2015). Progetto ERC Ideas advanced grant 249431

    Atlante storico Iconografico delle città toscane e relativa pagina su Wikipedia, responsabile Lucia Nuti

    Da San Rocco alla Patria: studio, conservazione e valorizzazione delle testimonianze della Prima guerra mondiale a Calci (Pisa), finanziato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo; responsabile Antonella Gioli

    Dalla Toscana alla Biennale e ritorno: ricerca e comunicazione nei musei della storia conservativa delle opere d’arte finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze – Toscana ‘900, responsabile Antonella Gioli

    La chiesa di S. Michele di Pegazzano (SP): ricerche scientifiche ad indirizzo storico e archeologico su un insediamento religioso spezzino da valorizza. Finanziato dalla Fondazione Cassa di Risparmio della Spezia – fondi extra bando, responsabile Enrica Salvatori

    MAPPA – Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archoelogico. L’area urbana di Pisa (2011-2013), PI prof. M. Letizia Gualandi, finanziamento della Regione Toscana (PAR-FAS, Linea di azione 1.1.a.3, ambito disciplinare “Scienze e tecnologie per la salvaguardia e la valorizzazione dei Beni Culturali”).
    Il progetto ha permesso la realizzazione:
    – del webGIS di Pisa, con i dati archeologici, geologici e geomorfologici della città (MappaGIS),
    – della carta di potenziale archeologico dell’area urbana e periurbana di Pisa,
    – di un algoritmo in grado di calcolare il potenziale archeologico,
    – del primo archivio open data dell’archeologia italiana (MOD, Mappa Open Data archive).
    I risultati della ricerca sono pubblicati in MAPPA. Metodologie Applicate alla Predittività del Potenziale Archeologico, vol. 1 e 2, scaricabili gratuitamente dal web


    Vecchi PRIN

    La vita delle opere: dalle fonti al digitale. Progetto pilota per la ricerca e la comunicazione nei musei della storia conservativa delle opere d’arte – PRIN 2012 (marzo 2014-febbraio 2017). Partner Università di Pisa (responsabile Antonella Gioli, coordinatrice nazionale), Università degli Studi di Torino (responsabile Maria Beatrice Failla), Università Ca’ Foscari di Venezia (responsabile Chiara Piva)

    Libertà dei moderni. Processi di civilizzazione nel lungo illuminismo (1750–1850): commercio, politica, cultura, colonie. PRIN  2010–2011:  coordinatore scientifico Girolamo Imbruglia, responsabile unità di Pisa Antonella Alimento (partecipanti Antonella Alimento, Marco Guidi, Gianni Goggi)