Didattica e Covid-19

Credenziali di Ateneo per i neo-immatricolati

La procedura di iscrizione ai Corsi di Laurea Magistrale dell’Università di Pisa per gli studenti provenienti da altre Università consiste di due passi:

– registrazione iniziale,

– iscrizione vera e propria, a seguito della consegna di tutta la documentazione necessaria.

La novità di quest’anno è che ai nuovi studenti saranno attribuite delle credenziali di Ateneo subito dopo la registrazione,  senza aspettare la conclusione della procedura d’iscrizione. Queste credenziali di Ateneo non daranno accesso a tutti i servizi dell’Università di Pisa, ma permetteranno di seguire le lezioni erogate a distanza, che inizieranno a partire dal 14 settembre.

Questo è utile per
– gli studenti provenienti da un altro Ateneo che contano di laurearsi fra ottobre e dicembre 2020,
– gli studenti stranieri non comunitari che intendono iscriversi, ma non hanno ancora ottenuto il visto.
In entrambi i casi, si tratta di studenti che non possono completare l’iscrizione entro il 14 settembre in quanto non hanno ancora i titoli necessari (la laurea nel primo caso, il visto nel secondo caso), ma che potranno seguire le lezioni fin dall’inizio, in attesa di perfezionare l’iscrizione.

La didattica nel primo semestre

In base alle indicazioni dell’Ateneo, la didattica del primo semestre si svolgerà a distanza.

Se le condizioni lo consentiranno, è prevista una ripresa dei ricevimenti in presenza, degli esami e delle sedute di tesi: a settembre saranno fornite le informazioni, aggiornate in tempo reale.

Nel secondo semestre, sempre emergenza permettendo, l’Ateneo prevede una ripresa graduale della didattica in forma “mista” (simultaneamente in presenza e a distanza). La didattica a distanza è comunque garantita per tutto l’a.a.

Le linee guida del Dipartimento

Il Dipartimento di Civiltà e forme del sapere ha approvato delle linee guida per la didattica a distanza. Ecco i punti salienti:

  • Le lezioni si terranno in diretta streaming, nell’orario assegnato.
  • Ai docenti è consigliato registrare le lezioni tenute in diretta streaming, utilizzando gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma telematica Teams, quanto meno al fine di renderle disponibili (su richiesta) agli studenti che dovessero sperimentare problemi di connessione.
  • Tutti i materiali utilizzati a lezione (brani di testi, immagini) vanno puntualmente caricati nella pagina del corso su Moodle.
  • Nel programma d’esame vanno inseriti i testi o i materiali di studio effettivamente reperibili dagli studenti, in forma cartacea o digitale, anche nel caso in cui non sia possibile accedere alle Biblioteche universitarie.
  • È consigliato di non limitare l’attività didattica alla sola modalità della lezione frontale, ma di sperimentare altri tipi di attività, che siano il più possibile interattive e volte al coinvolgimento degli studenti nel processo di apprendimento (lezioni basate sulle domande degli studenti, seminari, prove in itinere, lezioni rovesciate ecc.).
  • I docenti possono suddividere gli studenti dei loro corsi in gruppi più piccoli. In questo caso gli studenti possono essere anche affidati a tutor incaricati di far svolgere loro esercitazioni, discutere gli argomenti trattati nelle lezioni del docente, aiutarli a trovare bibliografia per approfondimenti ecc.

I corsi del primo semestre

L’offerta didattica del primo semestre è stata leggermente rimodulata per tenere conto della situazione attuale.

Nelle tabelle A e B è possibile consultare l’elenco dei corsi che verranno attivati nel primo semestre e nel secondo.

Studenti tutor

Per arricchire l’attività didattica e adattarla alle nuove condizioni, è previsto il coinvolgimento di studenti e giovani ricercatori, nelle seguenti forme:

  • Tutor d’accoglienza: selezionati con un bando di Ateneo, avranno come funzione l’orientamento e l’accoglienza degli studenti neo-iscritti.
  • Tutor d’aula: avranno la funzione di coadiuvare i docenti dei corsi più numerosi, seguendo delle sottoclassi di studenti in incontri regolari, fornendo chiarimenti e promuovendo la creazione di gruppi di studio. Saranno di preferenza studenti di magistrale, ma anche laureandi di triennale o dottorandi. Il lavoro svolto sarà riconosciuto come CFU da verbalizzare come “stage o tirocinio”.
  • Esercitatori: sono ricercatori in formazione (dottorandi, assegnisti), che terranno in alcuni corsi dei seminari facoltativi di approfondimento, validi anche per il programma d’esame.

Comunicazione e pagina Facebook del Cds

Per facilitare la comunicazione, è in corso di attivazione una pagina Facebook ufficiale del corso di Laurea Magistrale, che sarà messa a regime da settembre.

Spazi virtuali per studenti

A settembre sarà creata un’aula virtuale sulla piattaforma Microsoft Teams come spazio istituzionale di incontro e comunicazione fra gli studenti del CdLM.

All’aula gli studenti del CdLM potranno accedere liberamente utilizzando la mail istituzionale, fornita loro al momento dell’iscrizione all’Università di Pisa.

Bando Unipi per dispositivi digitali in comodato d’uso gratuito a studenti in condizioni economiche disagiate

Con bando pubblicato sul sito dell’Università di Pisa, alla pagina https://www.unipi.it/index.php/servizi-e-orientamento/item/18878-bando-dispositivi-digitali
l’Ateneo mette a disposizione degli studenti in condizioni economiche meno favorevoli circa 700 dispositivi (laptop e tablet dotati di tastiera), che potranno servire per seguire la didattica online ma anche come valido strumento di supporto a tutte le attività di studio quando questo difficile periodo si sarà concluso. Si tratta infatti di macchine di qualità, che saranno assegnate in comodato d’uso gratuito per tre anni.