Seminario Carlot


    RELATORE: Ivan Carlot
    TITOLO: Protezione internazionale, rifugiati e forme dell’accoglienza
    DOVE: Aula Seminari Ovest, Dipartimento di Informatica
    QUANDO: lunedì 31 marzo ore 16:15

    ABSTRACT
    Vasti e profondi movimenti di persone condizionano oggi, forse con accresciuta intensità, gli assetti nazionali e internazionali, sollecitando principalmente risposte improntate alla limitazione degli spostamenti tra le frontiere. Anche in Europa e in Italia la produzione normativa si esercita incessantemente, con uno scostamento progressivo dai principi universalmente sanciti e richiamati, con la sostanziale inefficacia persino rispetto alle finalità limitative dichiarate, consolidando indirettamente la scelta di vie opache e più irregolari nella ricerca di protezione da parte delle persone, determinando rischi altissimi per i profughi, la contabilità di incidenti, malattie e morti. Il fallimento di tali politiche sembra garantirne la prosecuzione e la logica. Coloro che, da diverse parti, chiedono una riforma o un’inversione di tali politiche trovano, al più, ristretti spazi di attenuazione degli effetti più aspri. Ma è davvero possibile, a breve, una nuova forma per la protezione internazionale? Rispondere a tale domanda, ancorché in parte ma con spirito d’apertura, è probabilmente possibile partendo dalla conoscenza delle persone in movimento, da una riflessione articolata sulle dinamiche attive, dalle modificazioni delle teorie e pratiche di riconoscimento e accoglienza. Il seminario proposto intende offrire, con altre domande e interlocuzioni, un contributo in tale direzione.

    Ivan Carlot è counselor professionista e formatore, laureato in filosofia. Lavora con migranti dalla metà degli anni novanta con vari incarichi e occupandosi di accoglienza, orientamento e tutela di rifugiati, progettazione di servizi e interventi sulla protezione internazionale, pratiche di comunicazione consapevole, soprattutto presso il Comune di Venezia. Socio e docente dell’Associazione per lo Sviluppo dell’Individuo e della Comunità (ASPIC Counseling&Cultura, Scuola Superiore Europea di Counseling Professionale). Conferenziere dal 2008 presso il Master sull’Immigrazione dell’Università Ca’ Foscari di Venezia. Docente e formatore in numerosi corsi presso Istituzioni quali Aziende Sanitarie Locali, Ospedale di Padova, Provincia di Venezia. Ha raccolto e pubblicato scambi di racconti con migranti nei libri Di tè in tè (2002 e 2008), Indirizzi sconosciuti (2005 e 2008) Attraverso il Centro (2006), editi da Genesidesign; l’articolo Counseling interculturale è consultabile su www.carlotivan.com