Laboratorio abilita' relazionali di base


    volantino                  

    LABORATORIO ABILITA’ RELAZIONALI DI BASE (ARB), 2017

    primo incontro venerdì 10 marzo 2017, ore 8:30-13:30
    gli altri incontri si terranno il 17, 24 e 31 marzo,  il  7, 21 e 28 aprile e il 5 maggio (stesso orario)

    La presente proposta formativa è rivolta non solo agli studenti del corso di laurea TRIENNALE in “Scienze per la Pace, cooperazione internazionale e trasformazione dei conflitti”, per i quali è obbligatoria, ma anche agli studenti di altri corsi di laurea che avvertono un bisogno di formazione relativo al sapere, saper fare e al saper essere nelle relazioni interpersonali.

    La centralità di una formazione focalizzata sul saper essere degli studenti nasce dalla consapevolezza che le figure professionali che il corso di laurea in Scienze per la Pace intende formare (Mediatori culturali, Cooperanti ONG, Dirigenti Protezione Civile, Mediatori di conflitti etc.) sono tutte figure a cui è richiesta la capacità di stare nelle relazioni anche conflittuali, di saper ascoltare e comunicare efficacemente, di saper lavorare in gruppo e avere gli strumenti dell’autoconsapevolezza emotiva che permette alle persone di non essere sopraffatte dalle emozioni, ma di saperle usare per gestire situazioni relazionali difficili e conflittuali.
    Queste competenze sono conosciute anche con il termine di Life Skills, un insieme di abilità cognitive, emotive e relazionali di base che l’OMS ha identificato e ha riconosciuto come abilità e capacità fondamentali per la promozione della salute e del benessere della persona.

    Gli studenti di Scienze per la pace che per gravi e comprovati motivi non possano seguire il laboratorio, possono sostituirlo con altra attività, previo parere positivo del consiglio di corso di laurea. Qui il modulo per la domanda
    Se invece avessero svolto attività di natura simile, in un periodo PRECEDENTE l’iscrizione, possono chiederne il riconoscimento compilando questo modulo.

    Contenuti delle giornate formative

    Conflitto ed emozioni
    Conflitto e Violenza: rappresentazioni e differenze
    Ruolo delle emozioni e dell’autoconsapevolezza emotiva nella gestione del conflitto
    Il ruolo degli stereotipi e pregiudizi nella rappresentazione del conflitto
    La trasformazione costruttiva del conflitto: il modello interattivo-emozionale-e la tecnica del Problem solving

    Tecniche di Comunicazione Non violenta
    Saper osservare
    Saper discernere le emozioni dai pensieri
    Saper cogliere i propri bisogni e quelli dell’altro
    Saper formulare delle richieste

    Empatia ed autoconsapevolezza emotiva
    Cos’ è l’empatia (la funzione dei neuroni specchio)
    Empatia (riconoscimento e comprensione dell’emozioni dell’altro) e Comunicazione empatica (tecniche di comunicazione empatica); 
Autoconsapevolezza emotiva.

    Ascolto
    Comunicazione non verbale
    Ascolto attivo/comprensivo – Ascolto non giudicante;
    Tecniche di ascolto attivo (riformulazione, rispecchiamento); Blocchi della comunicazione

    Metodologia

    La metodologia è quella del learning by seeing and doing che consente di applicare in modo esperienziale ed induttivo le tematiche affrontate, attraverso simulate, role-playing, esercitazioni individuali e di gruppo, con supervisione e feedback in aula.
    Per facilitare l’applicazione di tale metodologia formativa le lezioni sono organizzate in 8 giornate formative di 5 ore e si terranno il venerdì mattina dalle 08:30 alle 13:30 (tot. 45 ore). La frequenza è obbligatorio, data la natura esperienziale del corso (max 8 ore di assenza)
    Il gruppo prevede un max. di 20 partecipanti.

    E’ necessaria l’iscrizione.

    Inserisci la tua email*
    e il tuo numero di telefono (facoltativo)
    Cognome*
    Nome*
    Matricola n.
    Anno di corso*
    altro ...



    inserisci i caratteri che vedi
    captcha