Concetti e strumenti per la gestione e la trasformazione dei conflitti - Programma del corso


    Scarica il programma del corso Scarica
    INFORMAZIONI SUL CORSO
    Modulo dell’insegnamento: Analisi, gestione e trasformazione dei conflitti
    CFU: 6
    Pagina web del corso: http://moodle.humnet.unipi.it/enrol/index.php?id=68
    Attivo nell’A.A. 2013-2014
    DOCENTE
    Docente: Pierluigi Consorti   (Visualizza dettagli docente)
    Dipartimento: Giurisprudenza
    Obiettivi formativi del corso e programma dettagliato del corso

    Il corso ha per oggetto l’analisi dei fenomeni giuridici connessi all’esperienza sociale multi-culturale e plurireligiosa, con specifico riferimento ai conflitti emergenti dalla coesistenza di diversi sistemi culturali.

    Programma dettaglia del corso

    Teorie generali dei conflitti culturali. Evoluzione del concetto di “cultura” e di “conflitto”. Clas-sificazioni dei conflitti: gli elementi costitutivi, gli attori, i livelli. La dimensione interna dei conflitti: emozioni, percezioni, bisogni, identità. L’idea del nemico. La dimensione esterna dei conflitti: comunicazione e stili conflittuali. La dinamica dei conflitti: processi di escalazione e descalazione. Contesti conflittuali: il contesto di gruppo (dinamiche, leadership, processi deci-sionali), il contesto sociale (sicurezza, consenso, movimenti sociali), il sistema internazionale (guerra e pace, organizzazioni internazionali). I conflitti culturali (multiculturalismo, intercultu-ra, scontro di civiltà; peacekeeping, peacemaking, peacebuilding). Gli strumenti di gestione e trasformazione dei conflitti (negoziazione e mediazione). Modelli e approcci all’analisi dei con-flitti (modello del problem-solving; metodo Trascend; modello M-m-E di Patfoort; la mediazio-ne trasformativa di Bush e Folger; la mediazione umanistica di Morineau). Dinamiche giuridi-che: espressione, comunicazione e simbologia interculturale; adire la giustizia; non delinquere; non discriminare; organizzarsi, associarsi, riunirsi; donare ed agire nella sfera economica; lavo-rare; concludere contratti; ereditare; crescere, imparare, educare; cibarsi, curarsi e morire; scan-dire il tempo e mappare lo spazio (urbanistica interculturale); cultura e arte.

    Insegnamenti consigliati prima di sostenere l’esame

    Si consiglia di sostenere l’esame dopo aver già frequentato, con successo, Diritto privato I e Diritto costituzionale I.

    Modalità di verifica

    La verifica avverrà attraverso un esame orale. Gli studenti frequentanti potranno sostenere col-loqui ed esercitazioni scritte durante il corso [indicazioni durante lo svolgimento del corso].

    Testi di riferimento

    Gli studenti frequentanti sosterranno l’esame dimostrando la conoscenza degli argomenti trattati a lezione. Durante il corso sarà possibile sostenere colloqui e/o svolgere relazioni scritte.

    Gli studenti non frequentanti potranno affrontare la preparazione degli stessi argomenti sui se-guenti testi [con attenzione agli eventuali aggiornamenti giurisprudenziali]:
    Gianni Scotto, Emanuele Arielli, Conflitti e mediazione. Introduzione ad una teoria genera-le, Mondadori, 2003 [esclusi i capitoli 9, 10, 13, 14 e 17]
    Pierluigi Consorti, Conflitti e diritto interculturale, Pisa, PUP, 2013
    Mario Ricca, Pantheon. Agenda della laicità interculturale, Torri del vento, 2012 (limitata-mente ai capitoli 6, 7, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 15, 17, 19)