Economia e cooperazione - Programma del corso


    Il corso è composto da due sotto-moduli
    – Microcredito e finanza etica
    – Cooperazione decentrata e internazionale – aspetti economici

    Scarica il programma del corso Scarica
    INFORMAZIONI SUL CORSO
    N° ore: 48
    CFU: 6
    Frequenza: non obbligatoria
    Attivo nell’A.A. 2012-2013
    DOCENTE
    Docente: Maria Laura Ruiz   (Visualizza dettagli docente)
    Dipartimento: Scienze economiche
    mail: mlruiz(_)ec.unipi.it
    Docente: Stefano Sanna   (Visualizza dettagli docente)
    Dipartimento: Giurisprudenza
    mail: s.sanna@ec.unipi.it
    Modulo di Microcredito e finanza etica

    Obiettivi formativi del corso

    Il corso si propone di far comprendere agli studenti quali sono le caratteristiche dei contratti di microcredito che rendono possibile il funzionamento di tale mercato, come valutare l’attività delle istituzioni di microcredito, come utilizzare gli strumenti della finanza a fini responsabili.

    Programma dettagliato del corso

    Il mercato del credito e problemi di asimmetria informativa
    Possibili soluzioni ai problemi di informazione (garanzie, gruppi, microcredito, ecc.)
    I principi della finanza etica. Gli intermediari finanziari nei PVS e la diffusione del microcredito
    Microcredito: valutazione d’impatto, indici di performance economica e finanziaria
    Microcredito e sviluppo economico.
    Esperienze concrete di microcredito.
    Il ruolo della finanza nei paesi sviluppati. Finanza responsabile.

    Prove di verifica dell’apprendimento

    La verifica consisterà in un esame orale.

    Argomenti da conoscere per poter frequentare efficacemente il corso ed eventuali propedeuticità

    Microeconomia.

    Bibliografia

    Testi da studiare
    1) Dispense distribuite dal docente (disponibili sul sito di e-learning) o Ciravegna-Limone: Otto modi di dire microcredito, Il Mulino 2006; per i non frequentanti si consiglia il testo di Ciravegna-Limone
    2) Andruccioli-Messina, La finanza utile, Carocci, 2007

    Testi di approfondimento
    M. Yunus: Il banchiere dei poveri, UE Feltrinelli 2000
    J. Morduch: The microfinance promise, Journal of Economic Literature Dec. 1999
    Hulme-Mosley: Finance against the poverty, 2 voll. , Routledge 1996
    Daley-Harris: Pathways out of poverty, Kumarian Press, 2002
    M.S. Robinson: The Microfinance revolution, The world bank, 2001
    J. Ledgerwood: Sustainable banking with the poor. Microfinance Handbook, An institutional and financial perspective, The world bank, 1999
    M. Yunus: Un mondo senza povertà, Feltrinelli 2008

    Modulo di Cooperazione decentrata e internazionale – aspetti economici

    Obiettivi formativi del corso

    Il corso intende esaminare le esperienze della cooperazione decentrata e internazionale nei casi dell’Italia e del resto del mondo per una analisi sulla base della teoria economica.

    Programma dettagliato del corso

    1 – Sviluppo, cooperazione internazionale e mobilitazione di risorse
    2 – La politica italiana della cooperazione allo sviluppo
    3 – La cooperazione decentrata italiana
    4 – Il commercio internazionale
    5 – La politica commerciale nei paesi meno sviluppati
    6 – I prestiti internazionali
    7 – Il mercato mondiale dei capitali e i debiti dei paesi meno sviluppati
    8 – Rapporti internazionali e sviluppo economico
    9– Mercato ed istituzioni pubbliche nei paesi in via di sviluppo

    Prove di verifica dell’apprendimento

    Colloquio finale sul programma del corso e da prepararsi sui testi indicati. A scelta dello studente il colloquio potrebbe svolgersi anche a partire da una tesina preparata su un argomento oggetto del corso e da concordare con il docente.

    Metodologia didattica che si intende utilizzare

    Lezioni seminario, utilizzando letture di pubblicazione e documenti.

    Argomenti da conoscere per poter frequentare efficacemente il corso ed eventuali propedeuticità

    Economia Politica.

    Testi di esame

    M. Mellano – M. Zupi: “ Economia e politica della cooperazione allo sviluppo “ Laterza 2007 (Escluso il secondo capitolo, da pag. 46 fino a pag. 145)
    Andrea Stocchiero, Rendere operativo l’approccio allo sviluppo umano nella cooperazione tra territori. Cespi 2011
    Osservatorio di Politica Internazionale:
    1 – L’impatto delle primavere arabe sui flussi migratori regionali e verso l’Italia.
    2 – Flussi migratori.
    3 – Rapporto collettivo. 2012: un’analisi dei rischi strategici.
    4 – La vigilia della Conferenza delle Nazioni Unite sullo sviluppo sostenibile (Rio+20)
    I fascicoli potranno essere fotocopiati presso il dipartimento di Giurisprudenza o scaricati dal sito www.Cespi.it

    Bibliografia di consultazione

    Mario Deaglio: “ XVI° rapporto sull’economia globale “ Guerini & associati 2011
    Gualtieri – Rhi Saussi, “ Hub globale, trincea o pantano? Il futuro del mediterraneo e il ruolo dell’Europa.” IlMulino 2010
    P.Guerrieri-L.Salvatici: “Il Doha Round e il WTO “ ilMulino 2008
    Paul Collier: “ L’ultimo miliardo. Perché i paesi più poveri diventano sempre più poveri e cosa si può fare per aiutarli “ Laterza 2008
    Marco Zupi: “ La proiezione del sistema italia nel mediterraneo: Vocazione, processi in corso e aspettative future” Carocci 2008
    http://piazzadellacooperazione.oics.it
    modulo 1 – Teorie e politiche della cooperazione decentrata
    modulo 2 – Le istituzioni di riferimento e i loro strumenti operativi
    C.K. Prahalad – “ La fortuna alla base della piramide. Sconfiggere le povertà e realizzare profitti “ il Mulino 2007
    A cura di Marco Zupi, La globalizzazione vista dal Sud del Mondo, Laterza 2004
    Marco Zupi, Si può sconfiggere la povertà, Laterza.
    Jagdish Bhagwati, Contro il protezionismo. Laterza