Prova finale


    Caratteristiche della prova finale

    La prova finale (tesi di laurea magistrale) può essere sostenuta solo dopo aver conseguito nella LM 96 cfu utili.  Consisterà nella discussione di una dissertazione scritta, elaborata sotto la guida di un docente relatore, in una  disciplina inclusa nei settori scientifico-disciplinare L-OR.

    Il Consiglio del CdLM, su motivata richiesta, può autorizzare anche una dissertazione in una delle discipline non comprese nei settori scientifico disciplinari sopra indicati.

    La dissertazione dovrà avere il respiro di una monografia scientifica, dimostrare un’informazione approfondita sull’argomento prescelto e sugli studi al riguardo, nonché adeguate capacità d’impostazione metodologica e di orientamento critico, e fornire contributi almeno in parte originali.

     Modalità di determinazione del voto di laurea

    Il voto di laurea, espresso con punti cha vanno da 66 a 110 (con eventuale lode), verrà determinato in base ai seguenti criteri: – media ponderata, in base al rapporto crediti/voto, rapportata a 110 e arrotondata all’intero più vicino (–,50 all’intero inferiore – –,51 all’intero superiore), dei voti riportati nelle attività del biennio, utili ai fini del conseguimento del titolo, che comportino valutazione in trentesimi; – alla media ponderata saranno aggiunti: a) un massimo di 6 punti in considerazione della valutazione della tesi di laurea magistrale; b) 1 punto per ogni 24 cfu conseguiti con lode; – nel caso che il risultato numerico derivato dalle precedenti operazioni sia uguale o superiore a 110, la Commissione ha la facoltà di assegnare la lode, in relazione esclusiva al valore del lavoro svolto per la tesi di laurea magistrale e a condizione che il voto sia unanime