Regolamento prova finale


    A. Regolamento della Prova Finale e delle procedure di conferimento della Laurea triennale

    Art. 1 – Iscrizione alla Prova Finale

    La Prova Finale può essere sostenuta dallo studente soltanto dopo aver conseguito 171 CFU.

    Gli studenti sono tenuti a presentare apposita domanda alla Segreteria studenti della Facoltà di Lettere, secondo tempi e modalità previste dalle norme amministrative

    Alla segreteria medesima non deve essere presentato alcun tipo di elaborato.

    Art. 2 – La Commissione

    Considerati gli ambiti disciplinari cui le domande d’esame afferiscono, il Preside, sentita la Commissione Didattica paritetica del Corso di Laurea in Storia, nomina le Commissioni d’esame composte da almeno cinque membri. Queste, in date stabilite dal Presidente del Corso di Laurea, procederanno all’espletamento delle Prove Finali e assegneranno il voto di Laurea triennale.

    Art. 3 – L’elaborato

    L’elaborato dovrà consistere in un testo breve (dalle 30 alle 50 cartelle di circa 2800 battute), articolato in paragrafi, con citazioni e riferimenti bibliografici. Potrà essere accompagnato da illustrazioni, schede e altro materiale di corredo che si rendesse necessario.

    Il tema dell’elaborato deve essere definito di comune accordo tra lo studente e un docente dell’Ateneo. Tale docente, cui competerà nella Commissione d’esame assumere il compito di presentare il candidato e il suo elaborato, deve essere titolare d’insegnamento di carattere storico afferente al percorso di studi prescelto dallo studente stesso, o ad altro percorso previo consenso del Corso di Laurea.

    L’elaborato finale deve essere consegnato in duplice copia al relatore, che ne renderà disponibile una ai membri della commissione. Dopo la discussione una copia dell’elaborato sarà depositata presso la biblioteca del Dipartimento cui afferisce il relatore.

    Art. 4 – La Prova Finale

    Attraverso l’elaborato il candidato dovrà dimostrare d’aver acquisito la capacità di redigere un testo di carattere saggistico in uno degli ambiti disciplinari previsti dal suo percorso di studi. La Prova Finale consisterà nella discussione, introdotta dal docente che ne ha seguito la ricerca, del testo sottoposto dal candidato alla valutazione della Commissione.

    Art. 5 – Il voto di Laurea triennale

    Il voto di Laurea triennale, espresso in Centodecimi ed eventuale Lode, sarà attribuito valutando la preparazione complessiva dello studente attestata dagli esiti degli esami parziali e la maturità scientifica da lui dimostrata nella Prova Finale.

    Per la determinazione del voto finale si dovrà anzitutto calcolare la media dei voti ottenuti negli esami parziali, che il candidato ha sostenuto prima della Prova Finale.

    La media aritmetica in Trentesimi così ottenuta sarà successivamente convertita in Centodecimi e arrotondata all’intero più vicino (fino a 0,50 all’intero inferiore; da 0,51 all’intero superiore).

    Alla media espressa in Centodecimi si aggiungeranno:

    1 punto ogni 6 Lodi conseguite dal candidato durante il suo curriculum di studi;

    2 punti se la Prova finale è stata giudicata SUFFICIENTE

    3 punti se la Prova finale è stata giudicata BUONA

    4 punti se la Prova finale è stata giudicata MOLTO BUONA

    5 punti se la Prova finale è stata giudicata ECCELLENTE

    Qualora, in seguito a tale computo, lo studente sia pervenuto al voto di 110/110, la Commissione, esaminato il curriculum degli studi, potrà valutare l’opportunità di aggiungere al voto stesso la distinzione della Lode.

    Art. 6 – Norme transitorie

    Da concordare con gli organismi accademici concorrenti.